Omofobia, Binetti: libertà di espressione va difesa

(9Colonne) Roma, 19 set – “Ribadisco e rispondo alla sollecitazione di poco fa in Aula della collega Sel, On. Di Salvo. La mia assoluta contrarietà all’abolizione dei nomi di madre e padre, e al concetto di genitore 1 e genitore 2 è nota. Deve essere chiaro che difendo la libertà delle idee, mie e degli altri. Per questo sostengo che il diritto del consigliere comunale di Bologna a fare le sue proposte politiche è assoluto; le proposte poi vanno discusse, valutate e votate. Dipenderà dai più l’approvazione o la bocciatura. Il diritto ad esprimersi a titolo personale e politico però, non è in discussione. La cyber violenza va riprovata, come ogni forma di violenza. Difendo lei (il consigliere di Bologna) e difendo me. Per questo spero di non essere accusata di omofobia, come ogni tanto, o ogni poco, accade anche nei miei confronti”. Così Paola Binetti durante la votazione in Aula sul ddl di contrasto all’Omofobia.










Lascia un commento