Corruzione: D’Alia “per prevenzione attuare disposizioni Legge 190”

ROMA (ITALPRESS) – “Per prevenire la corruzione occorre attuare le disposizoni della legge 190, quella sulla corruzione e l’illegalita’ nella pubblica amministrazione, semplificare le procedure e preparare una classe dirigente capace di prevenire il fenomeno e attuare una nuova disciplina”.
Cosi’ il ministro della P.A. e della Semplificazione Gianpiero D’Alia, intervenuto a un seminario alla Luiss.
Nel suo intervento, D’Alia ha tracciato a grandi linee il Piano Nazionale Anticorruzione, predisposto dal Diparimento della funzione pubblica e approvato dall’Autorita’ anticorruzione lo scorso 11 settembre. Il piano concorre ad adempiere gli impegni internazionali presi con gli organismi internazionali, e’ predisposto sulla base delle linee di indirizzo elaborate dal Comitati interministeriale, da’ indirizzi per l’attuazione coordinata delle strategia di prevenzione della corruzione nella P.A. definendo la strategia nazionale. Fissa inoltre gli obiettivi strategici nazionali per la prevenzione, fornisce supporto alle P.A. per l’elaborazione della propria strategia. Fra gli obiettivi del piano ridurre le opportunita’ che si verifichino casi di corruzione, aumentare la capacita’ di scoprire casi, creare un contesto sfavorevole alla corruzione. “Quella della prevenzione della corruzione – ha detto D’Alia – e’ una sfida importante, occorre il controllo sociale di ogni attivita’. Ci impegneremo per fare una mobilitazione legata a una nuova cultura dell’amministrazione, senza la quale il paese non puo’ andare da nessuna parte”.










Lascia un commento