Barilla. De Poli: nessuna dichiarazione omofoba

Venezia, 27 set. (TMNews) – “Da parte di Guido Barilla nessuna dichiarazione omofoba ma un’operazione di marketing dove si ribadisce – a nostro avviso legittimamente – che il concetto di famiglia è sacro ed è quello fondato sul matrimonio tra uomo e donna. Le diversità vanno rispettate ma non si possono considerare ‘famiglia’”.
Lo sostiene il senatore Udc Antonio De Poli che commenta le affermazioni di Guido Barilla e polemizza con il consigliere di Venezia delegato alle Politiche educative, Sebastiano Bonzio che ha proposto di non distribuire più la pasta Barilla nelle scuole veneziane.

“Non c’è nessuna discriminazione nelle affermazioni che, estrapolate dal contesto, rischiano di essere interpretate male”. “Dietro un messaggio pubblicitario ci sono dei valori e nessuno deve scandalizzarsi se un marchio come Barilla decida di investire la propria attenzione sul valore della famiglia tradizionale. D’altronde sempre il presidente Barilla ha sottolineato che da parte sua c’è il massimo rispetto nei confronti dei gay. Tuttavia, è altrettanto evidente che la tendenza, da parte delle comunità omosessuali, di ‘imitare’ le famiglie tradizionali, dal nostro punto di vista, rappresenta un appiattimento culturale e una pericolosa involuzione della nostra società che mortifica i valori su cui essa è fondata”, conclude De Poli.

Tesseramento 2013.pdf








Lascia un commento