Salute: Binetti, rafforzare assistenza a pazienti in coma

Roma, 7 ott (Adnkronos Salute) – “La Giornata dei risvegli e’ un’occasione per dare voce a chi non ne ha, per mettere in luce le buone pratiche, ribadire la necessita’ di sostenere queste persone senza farle sentire abbandonate, evidenziare gli aspetti innovativi nella terapia: per scongiurare qualsiasi richiesta impropria che faccia riferimento a pratiche di tipo eutanasico. Due obiettivi urgenti: la ricerca sugli stati di minima coscienza e l’alleanza con le famiglie dei pazienti”.
Cosi’ in una nota la deputata Udc-Scelta Civica Paola Binetti in occasione della quindicesima Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma. “E’ fondamentale – spiega Binetti – che le famiglie sentano le istituzioni vicine a quanti si trovano in condizioni di massima fragilita’. Sono i familiari, infatti, che si adoperano con amore, impegno e dedizione per i propri congiunti, spesso promuovendo iniziative di alta qualita’ umana e assistenziale, che anticipano e precedono quelle realta’ che sarebbe auspicabile venissero promosse e organizzate a livello pubblico. Per questo ho ripresentato sin dal primo giorno di questa legislatura il disegno di legge ‘Disposizioni per rafforzare l’assistenza dei pazienti in stato vegetativo o di minima coscienza cronici'”. “L’obiettivo – sottolinea Binetti – e’ offrire a questi pazienti e ai loro familiari le migliori condizioni possibili di assistenza. Occorre rilanciare con rinnovata energia le ricerche scientifiche sugli stati di minima coscienza alla luce delle nuove acquisizioni tecnico-cliniche e garantire alle famiglie tutto il supporto necessario per alleviare la loro sofferenza e il disagio che una assistenza intensa e continuativa merita. Solo cos i’ il valore dell’alleanza terapeutica tra medici e pazienti, inclusivo della relazione con i familiari, permettera’ la costruzione di una rete efficiente di servizi in cui anche le iniziative di volontariato trovano la loro piena e matura collocazione, come modelli anticipatori di riforme che attendono da tempo una concreta realizzazione”.










Lascia un commento