P.A: D’Alia, passo avanti per meritocrazia e piu’ trasparenza

(ANSA) – ROMA, 29 OTT – “Oggi abbiamo fatto un passo in avanti importante verso una Pa piu’ giusta, meritocratica e trasparente”. Lo afferma il ministro per la Pa e la Semplificazione Gianpiero D’Alia, commentando -in una nota- l’approvazione definitiva, col passaggio in aula al Senato, del decreto sulla Pubblica Amministrazione.

“E’ un testo – spiega D’Alia – che affronta con coraggio emergenze sociali non rinviabili. In una fase economica complicata e con poche risorse a disposizione, rispondiamo a due ingiustizie: quella dei contrattisti, ai migliori dei quali diamo una speranza di assunzione stabile attraverso selezioni riservate, e quella dei vincitori di concorso, verso cui lo Stato non ha onorato l’impegno preso di inserirli nelle amministrazioni”. “Questo provvedimento – prosegue D’Alia – ha anche il merito di mettere ordine e bilanciare le risorse umane nella Pa: e’ prevista una mobilita’ agevolata verso il ministero della Giustizia in carenza di organico, l’incremento di 1000 unita’ per la dotazione dei Vigili del Fuoco, disponiamo il divieto di assunzioni dove c’e’ personale in sovrannumero integrandolo con meccanismi di prepensionamento utile anche a risolvere le situazioni di dissesto finanziario di alcuni enti”. “Ci sono poi norme – aggiunge il ministro – che avvicinano le amministrazioni pubbliche al sentimento comune dei cittadini: penso ad esempio al taglio delle consulenze esterne e delle auto blu, ma anche a un segnale molto forte contro la criminalita’ organizzata come l’inserimento nella Pa dei testimoni di giustizia. Il confronto in Parlamento in questi mesi – conclude D’Alia – e’ stato serrato ma costruttivo, sia con la maggioranza che con le opposizioni: ringrazio entrambe, perche’ dal dibattito e’ uscito un testo migliorato e in grado di incidere positivamente sul settore pubblico”.(










Lascia un commento