Precari: D’Alia, al lavoro ma no a stabilizzazioni massa

(ANSA) – PALERMO, 06 NOV – “Tutto si puo’ fare tranne che pensare a stabilizzazioni di massa che danneggerebbero definitivamente il sistema degli enti locali”. Cosi’ il ministro per la Pubblica amministrazione Gianpiero D’Alia sulla vicenda dei 20 mila precari siciliani prima di riunirsi a Palazzo dei Normanni col gruppo parlamentare dell’Udc e affrontare il caso Humanitas. D’Alia ha citato alcune storture del sistema: “Ci sono Comuni con 100 precari e 50 posti in pianta organica gia’ coperti. Nessuno ancora e’ riuscito a spiegarci come si possa in questi termini attuare la stabilizzazione”. E ha aggiunto: “Noi assecondiamo qualunque progetto virtuoso di inserimento di queste professionalita’ nelle pubbliche amministrazioni, quello che non possiamo assecondare sono le follie e il populismo da quattro soldi”.  










Lascia un commento