P.A.: D’Alia, su auto blu arriva stretta decreto

(DIRE) Roma, 21 nov. – “I dati del Formez sulle auto blu dimostrano che qualche passo in avanti e’ stato fatto, vista l’effettiva riduzione di vetture che si e’ verificata in alcune amministrazioni, con risparmi significativi, e l’alta partecipazione al censimento. E’ evidente pero’ che questo non possa bastare, perche’ il numero di auto blu in Italia resta ancora su livelli non accettabili, specialmente nelle realta’ del Mezzogiorno”. Lo afferma Gianpiero D’Alia, ministro per la Pa e la Semplificazione, commentando i dati del censimento permanente Formez sulle auto di servizio aggiornati al 1° novembre 2013. “Presto- spiega D’Alia- si vedranno gli effetti delle nuove norme contenute nel decreto sulla Pa recentemente approvato, che prorogano il divieto di acquisto a tutto il 2015 e puniscono col dimezzamento delle auto di servizio le amministrazioni che nascondono i loro numeri. Alla luce dei nuovi dati aggiornati potremo intervenire ulteriormente in modo sempre piu’ mirato, secondo quanto previsto dal decreto 98 del 2011, per ridurre drasticamente numero e costi delle auto blu, punendo chi continua a sprecare soldi pubblici a dispetto delle difficolta’ dei cittadini”.










Lascia un commento