Berlusconi: Casini, evitare voto, c’e’ una strada in Senato

(ANSA) – ROMA, 25 NOV – ”Io votero’ per la decadenza, ma lavorero’ perche’ la discussione prima del voto possa individuare percorsi alternativi. L’Aula e’ sovrana, ma siamo in attesa di una decisione finale in ordine all’interdizione di Berlusconi dai pubblici uffici. E mi fermo qui. Non voglio preannunciare sui giornali riflessioni e procedure che invece intendo proporre all’attenzione di Palazzo Madama”. Lo afferma in una intervista al Mattino Pier Ferdinando Casini sottolineando pero’ che Berlusconi nel frattempo dovrebbe smettere di attaccare il presidente della Repubblica, lanciando peraltro ”un’accusa che non sta ne’ in cielo, ne’ in terra”. Anche quelle sul Parlamento sono parole ”nettamente al di fuori delle righe” anche perche’ le istituzioni ”non sono un campo di battaglia”. Del resto, aggiunge Casini, ”non e’ la politica ma la magistratura ad aver condannato Berlusconi”. Quanto alla scelta di Alfano, per Casini ”per essere credibile avrebbe bisogno di segnare una profonda cesura e di marcare una forte autocritica nei confronti di Berlusconi e del Berlusconismo, cosa che finora non c’e’ stata”. Guardando al Pd invece ”penso che vinca Renzi – dice – ma sono tutt’altro che convinto della sua novita’. Non mi convince quel suo quotidiano bombardamento nei confronti del governo”. E poi ”ho trovato davvero riprovevole il doppiopesismo con cui ha valutato le vicende Cancellieri e De Luca”. Infine sulla legge elettorale, la ”priorita”’, Casini si dice per il modello tedesco e preferenze.










Lascia un commento