Berlusconi: Casini chiede sospensione in attesa Cassazione

(ANSA) – ROMA, 27 NOV – Il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, presenta in aula una sospensiva sul voto di decadenza, in attesa delle decisioni della Cassazione sul conteggio dei tempi dell’interdizione. “La sentenza, giusta o sbagliata che sia, e’ sottoposta alle regole dello Stato democratico, che ne impongono l’applicazione” premette Casini, secondo il quale in Senato si intrecciano pero’ “questioni giudiziarie e politiche” e “si segue la vita piu’ impervia, che consente a Berlusconi di ergersi a vittima di persecuzione politica”.

“Siamo a un bivio – dice Casini – della storia di questo Paese, comunque vada si conclude un ventennio. Abbiamo ognuno un giudizio diverso su Silvio Berlusconi ma non possiamo liquidare la storia di questi 20 anni come un evento criminale. Mancheremmo di rispetto non solo a lui ma anche a tutto il popolo italiano”. Nel suo intervento Casini prende anche le difese di Giorgio Napolitano e afferma che “va tenuta al riparo dalle polemiche la figura del presidente della Repubblica, soprattutto sul tema della grazia, una polemica surreale, visto che gli stessi legali di Berlusconi hanno affermato che in nessun modo il loro assistito sarebbe stato interessato a questo, anzi, sarebbe stato considerato un atto lesivo di Berlusconi”.










Lascia un commento