Governo: D’Alia, basta attacchi da nuova governance Pd

(ANSA) – ROMA, 02 DIC – ”Quella che si appresta a diventare la nuova governance del Pd deve smettere di attaccare il governo solo per un cinico calcolo di posizioni. Il rischio e’ quello di rivedere dopo due anni sempre lo stesso film”. Cosi’ il ministro della Pubblica Amministrazione, Gianpiero D’Alia, in un’ intervista al Mattino. ”Non e’ possibile – sottolinea – tollerare tutti quei giochini finalizzati solo a minare la solidita’ del governo, secondo le convenienze di Renzi o Berlusconi”. Riguardo al passaggio parlamentare che dovra’ affrontare il governo, il ministro sostiene come sia ”diventato ormai necessario. D’altronde il problema non e’ numerico, ma politico. Il chiarimento serve per rilanciare l’azione del governo, contro le tentazioni di quelli che spingono per andare al voto al piu’ presto”. E a proposito, chiarisce: ”Parlo di Berlusconi e di Grillo. Ma anche di Renzi”. E, aggiunge, ”non dimentico che prima di lui anche gli altri segretari del Pd hanno remato contro il governo, come Veltroni con Prodi, senza mai fare il bene del Paese”. Quanto all’assetto di nuovi equilibri all’interno dell’ esecutivo, D’Alia sostiene: ”C’e’ una questione che riguarda chi di Fi ancora oggi siede nel governo oppure ricopre incarichi di presidenza di commissioni in Parlamento. Ma su questo saranno il presidente del Consiglio e il capo dello Stato a fare valutazioni e scelte”.(ANSA).










Lascia un commento