Riforme, De Poli: Senato diventi Camera autonomie, ridurre parlamentari e regioni

(ilVelino/AGV NEWS) Roma, 14 DIC – “La reintroduzione delle preferenze e’ il baluardo del radicamento delle persone che fanno politica con il proprio territorio. Il Senato diventi la Camera delle autonomie e riduciamo il numero dei parlamentari”. Sono le proposte sul tema delle riforme lanciate dal senatore Udc Antonio De Poli che, intervenendo stamane all’Assemblea Udc con dirigenti e amministratori, in corso a Roma, ha messo in evidenza che “sui costi della politica non si deve fare demagogia ma agire con proposte concrete: riformiamo l’architettura istituzionale dello Stato, serve uno Stato autorevole e leggero. Riduciamo il numero delle Regioni – ha detto De Poli -. Dobbiamo rivedere l’assetto delle Regioni, dotarle di competenze proprie e superare alcuni privilegi anacronistici delle specialita’”, ha detto ancora De Poli secondo cui “Renzi si coccola l’elettorato dell’antipolitica ma le sue proposte sono prive di una vera strategia in grado di aggredire lo scandalo degli sprechi della spesa pubblica”.










Lascia un commento