Immigrazione: Casini, ius soli? non mi spaventa

(ANSA) – ROMA, 16 DIC – “Io parlavo dello ius soli gia’ quando ero presidente della Camera, nessuno si spaventa. Naturalmente non dobbiamo diventare la clinica ginecologica d’Europa per cui bisogna che si accompagni lo ius soli magari alla frequentazione delle elementari per i bambini, ma e’ giusto coinvolgere in un disegno comune di cittadinanza e di destino condiviso le persone che vengono e vivono in Italia”. Lo ha detto Pier Ferdinando Casini dell’Udc al programma di La7 “L’aria che tira”.










Lascia un commento