De Poli: allungare convenzione Cav per famiglie e imprese

Venezia, 8 gen. (TMNews) – “Allungare la convenzione con la Cav con l’obiettivo di ridurre l’impatto dei rincari dei pedaggi su famiglie e imprese”. A proporlo è il senatore Udc Antonio De Poli che, nei giorni scorsi, ha presentato un’interrogazione parlamentare al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e al Ministero dell’Economia sugli aumenti delle tariffe dei pedaggi autostradali.


Al centro dell’interrogazione Udc ci sono i rincari record in Veneto dove gli aumenti superano, di gran lunga, la media nazionale. “L’aumento medio dei pedaggi si aggira intorno al 3,9%, con punte superiori all’8% e con il caso limite della Padova Venezia dove il rincaro tocca il 250%”, scrive De Poli che, di fronte a una riduzione della domanda, chiede al Governo “di trovare soluzioni che riducano l’impatto economico su pendolari e autotrasportatori”.


“Per farlo – propone – una delle soluzioni potrebbe essere, nel caso della Cav”, ossia la Concessioni Autostradali Venete spa, “di ‘posticipare’ la convenzione con la società concessionaria che scade nel 2032. In questo modo, allungandola di 10-15 anni consentirebbe alla società di studiare soluzioni meno onerose e di avere più tempo per ‘rimborsare’ l’investimento del Passante di Mestre”, conclude l’esponente Udc.










Lascia un commento