Casini: Con Berlusconi per costruire Ppe italiano

Roma, 6 feb. (TMNews) – “Non ho deciso di tornare ad allearmi con il Cavaliere. Ho fatto un ragionamento politico. C’è una legge elettorale che bipolarizzerà gli schieramenti, c’è Grillo al 25% ed è necessario creare un’area socialista e una che fa riferimento al PPE dove io sono da sempre”. Lo ha detto Pier Ferdinando Casini intervistato da Radio Capital.
“Le divisioni – ha aggiunto – sono tante, non ci nascondiamo dietro un dito. E’ un processo che non si sa come culminerà e se andrà in porto. Io poi in questo momento sostengo il governo e Berlusconi è all’opposizione, quindi parlare di alleanza è un passo azzardato”.
Casini non accetta le critiche alla sua decisione di riavvicinarsi a Berlusconi: “Ho orgoglio di quello che ho fatto in questi anni. Non voglio abiure dagli altri e non sono disponibile a farle. Chi mi dà lezioni oggi applaudiva Berlusconi. Io sono l’unico che si è messo in gioco e ho cercato con generosità di costruire un centro politico. Se oggi prendo atto che questo diventa come scalare a piedi nudi l’Everest faccio un atto di onestà”. E il rapporto con Monti? “Non abbiamo motivo di frequentarci”.










Lascia un commento