Udc: Bosi, lavoro duro ma non abbandonerei mai la nave

(ANSA) – FIRENZE, 7 FEB – “Con le dimissioni di Marco Carraresi da segretario provinciale Udc ho accettato la nomina a commissario del partito per coerenza con la mia storia politica e perche’, per principio, non abbandonerei mai la nave quando il mare e’ in tempesta”: cosi’ in una nota Francesco Bosi.

“Mi aspetta un lavoro duro e difficile per riattivare il partito, da troppo tempo fermo, con gli amici che hanno ancora voglia di combattere la nostra battaglia di centristi nell’ambito di un centrodestra piu’ moderno. Confido che Marco Carraresi sia ancora dei nostri visto che non si e’ dimesso dal partito”, aggiunge Bosi. “Dobbiamo prepararci alle prossime elezioni amministrative rispettando l’autonomia dei Comuni, sollecitando un nuovo protagonismo della societa’ civile, aprendoci alle iniziative civiche capaci di aggregare donne e uomini di buona volonta’ che amano la loro citta’ e le comunita’ alle quali appartengono. Questo, a maggior ragione, nei nostri Comuni, contrassegnati da gestioni carenti spesso mortificate da un egemonismo partitico che si sovrappone agli interessi delle istituzioni. Nessuno ha mai pensato, ne’ tantomeno la direzione regionale dell’Udc, di ‘seppellire’ il nostro glorioso simbolo dello scudo crociato per il quale invece – conclude Bosi – dedicheremo il nostro massimo impegno in termini di iniziativa politica”.










Lascia un commento