Crisi: Pmi in piazza;De Poli,allarme non rimanga inascoltato

(ANSA) – VENEZIA, 18 FEB – “Il premier incaricato Renzi convochi subito i vertici di Rete Imprese Italia. Nel programma vogliamo scritto nero su bianco quali sono le risposte che il Governo intende dare agli artigiani e ai commercianti in piazza oggi a Roma”. Lo afferma il senatore Udc Antonio De Poli che aggiunge: “questo grido di allarme non puo’ rimanere inascoltato. Nel 2013 372 mila imprese hanno chiuso i battenti. Servono risposte concrete: riduzione del cuneo fiscale, zero burocrazia e agevolazioni per il credito”. “La stretta di liquidita’ soffoca i piccoli”, continua De Poli che ricorda il numero di suicidi dall’inizio della crisi. “Un suicidio ogni due giorni, l’anno scorso sono stati 149 – conclude -. L’ultimo caso tragico e’ avvenuto la scorsa settimana a Padova. Dobbiamo fermare questa triste contabilita’”.










Lascia un commento