Carceri. Binetti: risocializzazione è obiettivo fondamentale

(DIRE) Roma, 24 mar. – “Misure rieducative, alternative alla detenzione, lavoro di pubblica utilita’ e formazione del personale sono i primi punti per risolvere i problemi delle carceri. Il sovraffolamento e’ probabilmente l’ostacolo principale per il reinserimento dei detenuti e per la loro dignita’. Ragionare su funzione della pena e rieducazione del condannato e’ una responsabilita’ per il bene del Paese. La Costituzione ribadisce che le pene devono essere somministrate con massima dignita’ per le persone. In quest’ottica e’ necessario mettere al centro il personale del carcere, fare formazione e accoglienza e’ il primo punto da affrontare per poter recuperare i detenuti e poter parlare di risocializzazione. Effettuare dei tagli in questo settore e’ quindi impensabile. Sono indispensabili investimenti per la riqualificazione totale delle carceri”. Lo afferma Paola Binetti nel suo intervento durante la discussione generale per la Proposta di legge in merito alle deleghe al Governo in materia di pene detentive non carcerarie e di riforma del sistema sanzionatorio.










Lascia un commento