Lavoro: De Poli, Renzi negozi risorse con Bruxelles

(ANSA) – ROMA, 1 APR – ‘E’ positivo che il premier Renzi sia consapevole dell’urgenza di affrontare il dramma della disoccupazione ma ora bisogna passare in fretta dalle parole ai fatti”. Lo afferma il senatore e vicesegretario vicario nazionale Udc Antonio De Poli commentando i dati sulla disoccupazione in Italia diffusi stamane dall’ISTAT. ”Dobbiamo darci una mossa, correre per restituire competitivita’ al Paese e investire contro l’emergenza-disoccupazione che sta investendo l’Italia intera e non risparmia nemmeno aree produttive come il Veneto. Al Governo chiediamo, in vista del semestre europeo, di negoziare risorse in Europa per investire in progetti di formazione e reinserimento nel mondo del lavoro e di adoperarsi affinche’ si riesca a presentare progetti conformi che consentano di utilizzare appieno le risorse che gia’ l’Europa ci stanzia e che purtroppo tornano indietro in percentuali imbarazzanti. E’ di qualche giorno fa la sentenza della Corte Ue che ha bocciato l’Italia per gravi carenze nella gestione e nell’utilizzo degli stanziamenti comunitari. Il lavoro sia il primo punto dell’Agenda di Bruxelles”, conclude De Poli.










Lascia un commento