Sanita’: D’Alia, politica stia fuori e va risanata

(ANSA) – PALERMO, 1 APR – “E’ evidente che la scelta dei manager e’ stata fatta in solitudine dal presidente Crocetta, ed e’ chiaro che, per quanto riguarda l’Udc, la politica deve stare fuori dalla sanita’, perche’ questa e’ stata la principale causa dei disastri e del malgoverno della nostra regione” . Lo afferma il presidente nazionale dell’Unione di Centro, Gianpiero D’Alia. “Cio’ che a noi interessa oggi – osserva – e’ il contratto di coalizione nel quale va definita la mission dei manager, ovvero acquisti di beni e servizi trasparenti e a costi standard; isolamento degli affaristi che circolano intorno alle Asp siciliane; nomina dei primari e del personale, seguendo il criterio del merito e non della fedelta’ politica”. “Inoltre – conclude – e’ necessario un piano strategico di risanamento della sanita’ pubblica, con il ridimensionamento di quella privata, che non sia di eccellenza e solo speculativa. Questo e’ quello che chiede l’Udc”.










Lascia un commento