Secessionisti: De Poli, da Salvini affronto allo Stato

(ANSA) – ROMA, 2 APR – “La violenza e gli atti eversivi vanno condannati senza se e senza ma. La Lega perde un’occasione per smettere di strumentalizzare politicamente il disagio sociale dei veneti. L’operato della magistratura va rispettato. Nell’Udc gli indipendentisti eversivi non troveranno mai una sponda politica”. E’ la posizione espressa dal senatore Udc e vicesegretario vicario del partito Antonio De Poli , nel giorno dell’inchiesta della Procura di Brescia che ha portato all’arresto di 24 secessionisti. “E’ politicamente grave che il segretario della Lega Salvini – continua De Poli – consideri una follia un’azione della magistratura. Le parole di Salvini -conclude il parlamentare veneto dell’Udc – costituiscono un affronto allo Stato: sono affermazioni che rischiano di alimentare pericolosamente il disagio sociale a scopo solo di acchiappare consensi, in vista delle Europee. Oggi sono andati agli arresti non chi chiede l’indipendenza ma chi, secondo l’accusa, vuole arrivare al traguardo dell’indipendenza con strumenti eversivi.










Lascia un commento