Udc-Ncd: Libe’, accordo non e’ annessione, ora gruppi unici

(ANSA) – ROMA, 6 APR – “Non accettiamo rivendicazioni di primogeniture, ne’ proposte calate dall’alto. Siamo disponibili ad iniziare un percorso comune con il Nuovo centrodestra, ma non ci saranno annessioni: non accetteremo mai la liquidazione dell’Udc”. Cosi’ in un’intervista a Libero il vicesegretario nazionale dell’Udc Mauro Libe’. “Vogliamo fare la nostra parte insieme al Ncd – spiega Libe’ – per rinnovare l’Italia attraverso la creazione di una nuova forza politica che si ispiri, in un quadro bipolare, al Ppe. Dobbiamo edificare la nuova casa dal basso, mettendo insieme prima di tutto le nostre culture politiche. Non ci dovranno essere forzature, ma rispetto reciproco”. “Dovremo andare oltre – spiega Libe’ – la semplice sommatoria di Ncd e Udc, creando in tempi brevi gruppi parlamentari unici proprio per dimostrare che non ci stiamo limitando a creare un cartello elettorale, ma che c’e’ un progetto piu’ ampio. Dobbiamo parlare a chi non si riconosce nel Pd ne’ nel populismo del Movimento 5 Stelle. E soprattutto a chi oggi si e’ rifugiato nell’area del non voto”. E sulle ironie di alcuni esponenti di Forza Italia sul nuovo accordo Udc-Ncd, Libe’ conclude: “Conosco tanti esponenti azzurri che hanno l’ambizione di costruire l’alternativa al Pse”.(ANSA).










Lascia un commento