Cesa:area popolare progetto ambizioso, arriveremo lontano

Roma, 7 apr. (Adnkronos) – Il nuovo cantiere-partito che vede insieme Nuovo Centro destra, Unione di centro e Popolari per l’Italia in vista del voto europeo “sara’ aperto a tutti i moderati e i popolari. Tra costoro vi sono senza dubbio tanti amici di Forza Italia che condividono i nostri valori. Ma vi sono soprattutto gli elettori che hanno scelto di votare per quel partito e oggi vogliono una novita’ positiva nel campo del centro-destra. Escluderli sarebbe un atto di miopia politica”. Lo sostiene, in un’intervista a ‘Formiche.net’, il segretario dell’Udc LorenzoCesa. A chi gli domanda se sia immaginabile un percorso condiviso con l’attuale Forza Italia, partito radicalmente ostile alle politiche di austerita’ e al Fiscal Compact, Cesa ricorda che “per primi abbiamo combattuto l’approccio di sola austerita’ che ha fatto male all’Italia e a tutta l’Europa. Al controllo dei conti va affiancata una politica di crescita dinamica, per far respirare gli Stati come il nostro che hanno adottato cure durissime per superare la fase acuta della crisi. Se oggi si intravedono spiragli positivi lo si deve ai cittadini, ai loro enormi sacrifici. Persone che vanno ricompensate con strategie di sviluppo adeguate, per superare drammi come la disoccupazione, specie giovanile, giunta nella UE a livelli incivili”. Quanto alla credibilita’ dell’Italia per chiedere un cambio di rotta all’Unione, “le riforme che realizzeremo nel nostro Paese – secondo il segretario dell’Udc – saranno fondamentali in questa direzione. Ma le istituzioni comunitarie devono rinnovarsi profondamente, avvicinandosi ai bisogni della gente e tornando ad appassionare i cittadini alla politica e all’Europa. Noi popolari vogliamo imprimere la spinta per un simile cambiamento.

 










Lascia un commento