Aborto: morta dopo RU486; De Poli, governo riferisca in Aula

(ANSA) – ROMA, 11 APR – “Sul caso di Torino serve un approfondimento. Il ministro Lorenzin riferisca in Parlamento”. A chiederlo è il vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli in merito alla morte di una donna a Torino dopo avere preso la pillola abortiva RU486. “Si tratta del primo decesso in Italia. Non vogliamo che si sottovaluti il caso, né che venga strumentalizzato politicamente. La posizione dell’Udc sull’aborto è nota: siamo per il diritto alla vita. Detto questo – chiarisce De Poli – se sono stati commessi degli errori, vanno individuati i responsabili”. “La pillola abortiva, secondo quanto prescrive la legge 194 sull’interruzione di gravidanza, va somministrata in ospedale e con obbligo di ricovero. Su quanto avvenuto a Torino, dunque, va fatta chiarezza”, conclude De Poli. 










Lascia un commento