Riforme: De Mita, rischiamo ancora commettere errori

(ANSA) – ROMA, 29 APR – “C’è una sostanziale confusione nella proposta di riforma del Senato presentata dal Governo. Di positivo c’è la determinazione al cambiamento. Di negativo c’è che si è cercata un’intesa a due per ragioni politiche che stanno più dentro le dinamiche interne al Pd che al contesto politico generale e questo ha inciso sui contenuti”. Lo ha dichiarato Giuseppe De Mita, deputato Udc e vicepresidente vicario del gruppo “Per l’Italia” alla Camera intervenendo alla trasmissione “Il Transatlantico” su Rainews 24. “Si è partiti dall’esigenza di modificare il bicameralismo – ha continuato De Mita – ma piuttosto che impegnarsi a capire qual è il modello da realizzare in termini di funzioni e di rappresentanza, si va ancora oggi alla ricerca di una mediazione che sembra più un’operazione di mercato che un riordino complessivo delle istituzioni. In realtà la fretta sta facendo premio sui dettagli mentre le riforme istituzionali o sono fatte bene o sono fatte male. In passato sono state fatte alcune cose senza una razionalità complessiva, producendo il risultato che abbiamo davanti. Il rischio è che ancora oggi si commettano errori”.










Lascia un commento