Riforme: De Mita, la palude? L’ha creata Renzi

(ANSA) – ROMA, 7 MAG – “C’è una proposta di riforma del Senato del Governo che il ministro Boschi definisce di maggioranza, ma che la maggioranza, e mi pare neppure il PD, non ha mai discusso. La stessa proposta era oggetto dell’accordo Renzi-Berlusconi, ma Berlusconi dice che è stata modificata a sua insaputa. La palude è questa ed è anche chiaro chi l’ha creata”. Lo dichiara l’onorevole Giuseppe De Mita, vicesegretario nazionale dell’Udc. “Per fare le cose non basta desiderarle, occorre creare le condizioni per realizzarle – continua De Mita – Ed è francamente puerile ritenere di tenere a servizio le forze politiche e scambiarle secondo la convenienza del momento. Cosi come inizia ad essere poco tollerabile mistificare il dissenso di merito con la resistenza paludosa alle riforme. Il cambiamento è migliorare le cose, non fare qualcosa pur di farla. Non ho mai visto un medico essere giudicato per la quantità di medicine che prescrive”. “Questa proposta di riforma – conclude il vice segretario De Mita – è minata dal pressapochismo. Lo si può dire? Si può discutere del merito? Si può capire se oltre a qualche supposto risparmio si sta facendo una cosa ragionevole? O dobbiamo attenerci allo schema dei buoni contro i cattivi, dei cow boy contro gli indiani, e mandare all’ammasso la ragione critica? A me interessa il derby tra qualità e approssimazione, per giocare il quale manca in campo ancora una delle squadre”. 










Lascia un commento