Rifiuti Bologna: Ministro Galletti fa lo “spazzino

(DIRE) Bologna, 10 mag. – Il ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, si improvvisa “spazzino” e aiuta i volontari di Legambiente a ripulire il cassero di piazza XX Settembre a Bologna. Stamane anche il titolare dell’Ambiente, con guanti e sacco nero, ha partecipato, simbolicamente, alla mini azione di pulizia nata nell’ambito di Let’s clean up Europe, lanciata dalla Commissione europea per il recupero dei rifiuti abbandonati. In poco piu’ di mezz’ora, i volontari di Legambiente hanno raccolto, nel piccolo spazio verde sotto la porta, sette sacchi di pattume, tra cui parecchie siringhe. L’iniziativa, che si basa su una “call to action”, cioe’ un invito a tutti a organizzare la raccolta, vede il suo clou oggi, in ben 28 paesi inclusi Stati extra europei, con tante azioni che in Italia coinvolgono localita’ che vanno dalla Sicilia alla Valle D’Aosta, comprese due nella zona del modenese, nei Comuni alluvionati. A Bologna, appunto, si e’ ripulito lo spazio verde di piazza XX Settembre, e il ministro, dopo l’azione, ha incontrato dei bambini ‘giornalisti’ che lo hanno intervistato su temi ambientali, con tanto di microfono e videocamera, e al quale il ministro ha raccomandato di fare la raccolta differenziata e occuparsi dell’ambiente. “Conto su di voi”, ha detto loro. “Manifestazioni come quelle di stamattina- ha poi aggiunto- sono un segnale importante, tenere la citta’ pulita e’ un obiettivo, perche’ con la raccolta differenziata si consuma meno risorse, e piu’ risparmi di costi”. Al centro del semestre europeo “che presiederemo, metteremo questo tema, e cioe’ come l’ambiente puo’ diventare un tema fondamentale per accrescere lo sviluppo e l’occupazione, in Europa e nel mondo”. Oggi questa azione, “e’ l’inizio del percorso”, ha chiosato. 










Lascia un commento