Europee: Binetti, Italia punti su onestà, solidarietà, creatività

(DIRE) Roma, 21 mag. – Le elezioni europee del 25 maggio in Italia saranno un esame per il nuovo governo Renzi o un voto per l’Europa? Paola Binetti, deputata Udc, risponde: “A mio avviso e’ prima di tutto un voto per l’Europa tanto che lo slogan che piu’ ascoltiamo e’ che queste elezioni sono soprattutto un referendum per chi vuole l’Europa e per chi, al contrario, vuole smontare gli sforzi di chi vuole costruire un’Europa sempre piu’ unita”. L’Unione europea, sottolinea la parlamentare centrista che sostiene la lista Ncd-Udc, “certamente puo’ essere migliorata nelle scelte, e questo e’ un fatto. Dopodiche’ il voto inevitabilmente sara’ una scelta tra ‘Europa si’, ‘Europa no'”. Ma l’esito del voto avra’ ripercussioni sul piano nazionale? “Certamente e dipendera’ dal risultato- osserva Binetti- io mi auguro fermamente che emerga forte un livello di responsabilita’ in coloro che vogliono rafforzare l’Europa e che vogliono un Italia piu’ onesta, piu’ solidale e piu’ creativa”. Abbiamo bisogno, spiega, “che ci sia piu’ onesta’ per rendere marginali gli episodi di corruzione, per cominciare a dire che non siamo un Paese corrotto. C’e’ bisogno di solidarieta’ perche’ siamo un Paese che e’ in crisi ormai da 10 anni: le famiglie sono in affanno, la disoccupazione provoca un profondo disagio tra i giovani ed e’ sulla insoddisfazione che Grillo con il suo Movimento 5 stelle galleggia”. Infine, “occorre piu’ creativita’ perche’ al genio italiano devono essere date maggiori opportunita’ di lavoro. Ai talenti italiani dobbiamo aprire strade nuove”. Insomma, conclude Binetti, “solidarieta’, onesta’ e creativita’ devono diventare la spina dorsale del semestre italiano”. 










Lascia un commento