Partecipazione: Noè, giusto ma bisogna tenerne conto

Partecipazione: Noè, giusto ma bisogna tenerne conto

(ANSA) – BOLOGNA, 17 GIU – “E’ giusto che gli amministratori coinvolgano il più possibile i cittadini prima di prendere decisioni”, ma “trovo singolare che una Regione che dedica quasi mezzo milione di euro per conoscere il parere dei cittadini su varie tematiche, non tenga poi conto del loro parere”. Lo sottolinea la consigliera regionale dell’Udc, Silvia Noè, rilevando che così “è successo a Bologna, in occasione del Town Meeting, quando i cittadini hanno espresso il desiderio di eleggere il Sindaco della Città Metropolitana per essere poi completamente ignorati dalle istituzioni che hanno dichiarato di optare per elezioni di secondo grado”. “Attenzione – conclude – perché con questa prassi i processi partecipativi rischiano di diventare un boomerang, perché si prende in giro la gente, si sprecano le risorse e l’antipolitica aumenta ancora di più”. 










Lascia un commento