Ue: De Poli a Renzi, fatti concreti o euroscettici cresceranno

Ue: De Poli a Renzi, fatti concreti o euroscettici cresceranno

(ANSA) – ROMA, 2 LUG – “La sfida del semestre europeo e’ italiana, non ha colori politici. E’ un fatto positivo che a battere i pugni sul tavolo di Strasburgo ci sia ora il Governo e non più l’eurosfascismo di Grillo. Adesso però dagli enunciati dobbiamo passare ai fatti concreti: per portare più Italia in Europa dobbiamo fare squadra e portare a casa i risultati. Il semestre che si apre oggi o sarà una grande prova di credibilità dell’Italia oppure sarà il fallimento che porterà gli euroscettici a crescere nei consensi”. Lo afferma in una nota il vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli che aggiunge: “L’antieuropeismo non si combatte a priori con lezioni accademiche ma con azioni concrete in grado di colmare lo spread tra cittadini e istituzioni europee. L’Udc darà il suo contributo: al centro dell’Europa deve tornare la dignità della persona e dei disoccupati”. “Se Renzi ha ancora in mente il 40 per cento del Pd alle Europee, sappia che noi abbiamo in mente un altro 40 per cento: quello dei giovani senza lavoro”, conclude De Poli.










Lascia un commento