Sviluppo: Ciccanti, no a micro-interventi a pioggia

2009-12-22T11:45:00
(ANSA) – ROMA, 22 DIC – ‘Il Fondo per la tutela dell’ambiente e la promozione dello sviluppo del territorio, meglio conosciuto come ‘legge mancia’, e’ ripartito con criteri troppo discrezionali’. Lo afferma in una nota Amedeo Ciccanti dell’Udc.

La Commissione Bilancio della Camera, ‘nell’approvare la risoluzione, ne ha segnato tutti i limiti e la necessita’ – informa ancora Ciccanti – di rivederne le finalita’ e il funzionamento. L’Udc si e’ voluta sottrarre al metodo deprecabile di segnalare interventi a pioggia e polverizzati, di dubbio valore e significato politico. In tal senso ha indicato di finalizzare alcune importanti risorse per circa 4,5 milioni di euro: 1.357.000 destinati alla realizzazione di un centro di risveglio pediatrico dal coma presso l’ospedale Santobono di Napoli, che sara’ il primo centro specializzato in Italia per il ricovero di bambini in coma; 1.175.000 euro per la realizzazione di un centro pediatrico per le malattie rare presso l’ospedale pediatrico Gaslini di Genova; 1.643.000 euro per la realizzazione di un centro di terapie oncoematologiche avanzate presso l’ospedale Bambin Gesu’ di Roma. Si tratta di tre interventi importanti su tre dei maggiori ospedali per bambini del nord, del centro e del sud. Ci sentiamo moralmente orgogliosi come gruppo Udc di aver finalizzato risorse economiche per scopi alti e nobili come quelli enunciati, invece di disperderli in mille rivoli di significato clientelare ed elettoralistico’.










Lascia un commento