Rai: Udc, nessuno scandalo per l’aumento del canone

2009-12-21T11:51:00

Roma, 21 dic. (Apcom) – “L`aumento del canone Rai in sé non deve destare scandalo. Tuttavia, ci piacerebbe che la stessa solerzia con cui si è deciso di gravare i cittadini di una spesa maggiore nonostante la crisi economica venisse impiegata nella lotta all`evasione”. Lo afferma il capogruppo dell`Udc in commissione di Vigilanza Rai, Roberto Rao.

“Con l`aumento appena autorizzato dal Ministero, ha aggiunto l`esponente centrista, la Rai incasserà 24 milioni di euro in più, mentre il danno provocato dall`evasione è stimato intorno a 500 milioni”. “Come al solito – spiega Rao – si sceglie la strada più facile, anche se poi a farne le spese sono i cittadini onesti, i soliti noti. Se il canone venisse inserito nella bolletta energetica, come noi proponiamo da tempo, la cifra annuale verrebbe rateizzata e l`evasione debellata. Le risorse a disposizione della Rai – conclude Rao – sarebbero molto maggiori e si potrebbe anche pensare all`esenzione per le fasce sociali meno abbienti e ad investimenti per le zone non raggiunte dal digitale terrestre”.










Lascia un commento