Casini: il dopo-Berlusconi e’ cominciamo e noi a nastri partenza

2009-12-19T11:59:00

(AGI) – Roma, 19 dic. – “E’ innegabile che il dopo Berlusconi e’ gia’ cominciato. Ai nastri di partenza chi ha maggiore credibilita’ siamo noi. Non abbiamo fretta, non progettiamo spallate, abbiamo la capacita’ di stare un po’ in astinenza di potere, facciamo una lunga marcia e intanto dialoghiamo con il Paese. Alla fine della legislatura chiederemo a Berlusconi quanto sia riuscito ad abbassare le tasse, come ha realizzato il quoziente familiare”.

Lo ha detto il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini durante l’intervento conclusivo all’assemblea delle Regioni dell’Udc: “Ora Berlusconi e’ a un bivio”, ha aggiunto Casini: “O sceglie la deriva populista oppure c’e’ la strada di un governo che non prevede la distribuzione di odio, l’accanimento contro gli avversari e la demonizzazione ma contempla il rispetto e la serenita’. Noi non siamo esperti di ammucchiate, siamo gli unici che non hanno esperienze di ammucchiate nella politica italiana. Ogni tanto in politica un po’ di attributi vanno mostrati, le mammolette non possono stare in pista. Quando il gioco si fa duro fuori i secondi”.










Lascia un commento