Cittadinanza: Mantini, ok su minori, ma maggioranza divisa

2009-12-17T12:55:00

(ANSA) – ROMA, 17 DIC – ‘La commissione Cultura della Camera, nel parere reso, ha posto la condizione che i minori nati in Italia o i figli di genitori non italiani legalmente residenti nel nostro Paese da almeno cinque anni, che abbiano completato un ciclo di studi in Italia, siano riconosciuti cittadini italiani. E’ un netto passo in avanti’.

Lo dice il deputato dell’Udc Pierluigi Mantini componente della commissione Affari Costituzionali della Camera parlando della questione della legge sulla cittadinanza.

‘Si tratta del riconoscimento dello ‘jus soli’ e del diritto dei minori alla cittadinanza – aggiunge – come proposto dall’Udc e da un ampio fronte trasversale. La maggioranza e’ divisa. Per ora vince il ‘partito dell’integrazione’, perde il ‘partito dell’odio”.










Lascia un commento