Regionali: Casini, Veneto alla Lega errore del Pdl

2010-01-02T11:07:00

(ANSA) – VENEZIA, 2 GEN – ‘La svendita del Nord la paghera’ soprattutto il Pdl, perche’ la Lega si gonfiera’ a dismisura a scapito degli alleati’. Cosi’, in un’intervista a ‘Il Gazzettino’, il leader Udc, Pierferdinando Casini, valuta l’accordo nel centrodestra che ha assegnato al Carroccio il candidato alla presidenza della Regione Veneto.

Sull’accettazione della scelta da parte di Giancarlo Galan, Casini dice di ‘comprendere sul piano umano i suoi sentimenti’, ma sul piano politico – aggiunge – ‘l’impressione e’ negativa. Ha chinato la testa alla logica padronale di Bossi e Berlusconi’. Casini afferma di avere ‘rispetto per la Lega.

So – osserva – che interpreta gli stati d’animo che esistono al Nord. Pero’ il compito della politica non e’ di amplificare gli stati d’animo, ma di guidare il Paese’.

Il leader dei centristi conferma la candidatura in Veneto di Antonio De Poli – ‘nessun ripensamento’ – e sulle possibili alleanze con il Pd precisa: ‘l’Udc presentera’ un programma. E’ da li’ che partiremo per vedere se ci sono sintonie e possibili convergenze. E poi bisogna vedere di quale Pd si parla. Quello di Cacciari o quello di altri?’. 










Lascia un commento