Governo: Casini, Udc lavora per il dopo-Berlusconi

2010-01-09T21:21:00

(AGI) – Milano, 9 gen. – L’Udc non punta solo a vincere le tornate elettorali, ma ha impostato un “lavoro per il futuro”: a spiegarlo e’ il leader del partito, Pier Ferdinando Casini, nel corso della trasmissione ‘Che tempo che fa’. “Sono convinto che Berlusconi sia eterno – ha detto con una battuta – ma quando, magari tra 200 anni, non ci sara’ piu’, dal mattino alla sera ci allacceremo le cinture di sicurezza perche’ la politica italiana non puo’ andare avanti cosi'”. Per questo, secondo Casini, quello dell’Udc e’ “un lavoro per il futuro”.

Quanto al governo attuale, il leader dell’Udc si augura che possa arrivare a fine legislatura “perche’ – ha detto – non credo alle spallate”. Tra il Berlusconi del passato e quello di oggi, non ci sono differenze caratteriali (“era simpatico ieri – ha commentato Casini – e lo e’ anche oggi”), ma sul piano politico il presidente del Consiglio “ha sempre di piu’ l’idea – ha spiegato – dell’uomo solo al comando e in piu’ ha fatto l’errore di mettere il potere in mano alla Lega. Pensavo che il tempo – ha aggiunto – avrebbe attenuato i caratteri anomali della discesa in campo di Berlusconi, invece ho visto che si sono ingigantiti”. Tra questi, il “carattere populista e plebiscitario che – ha rilevato Casini – non fa parte delle mie idee. Berlusconi – ha concluso – ha vinto le elezioni, ma io rivendico la possibilita’ di dire la mia opinione senza che lo si consideri un attentato alla democrazia”.










Lascia un commento