Parroco arrestato: Buttiglione, in carcere senza riscontri

2010-01-11T18:37:00
(ANSA) – GENOVA, 11 GEN – ‘E’ incredibile che uno stimato sacerdote sia in carcere da quasi due settimane per un’accusa che non ha alcun riscontro. E’ il caso di don Luciano Massaferro, parroco di Alassio, arrestato il 29 dicembre con la grave accusa di pedofilia, scattata dopo le affermazione di una sua parrocchiana di 11 anni’: e’ quanto afferma il presidente dell’UDC Rocco Buttiglione in una nota, annunciando un’interrogazione parlamentare sul caso.
‘La pedofilia va perseguita con la massima severita’ in qualunque ambiente – prosegue Buttiglione – ma non possiamo non prendere atto che le affermazioni della giovane sono al momento prive di riscontri documentali e testimoniali, mentre non e’ stato ascoltato nessun testimone a discarico del parroco’.
‘Giusto che si indaghi – prosegue Buttiglione – ma in casi cosi’ delicati e’ necessario il massimo della prudenza, all’opposto della mediaticita’ che gia’ sta creando danni a tutte le persone coinvolte’.
‘Resta poi discutibile – conclude il presidente dell’UDC – che sulla base di quanto raccolto finora ci siano gli estremi per tenere in un duro regime carcerario quello che per la legge e’ a tutti gli effetti un presunto innocente, mentre secondo chi lo conosce e’ anche una persona stimata e un sacerdote di valore’. (ANSA).

 










Lascia un commento