Fisco: Casini, prima il quoziente familiare, poi le aliquote

2010-01-11T19:13:00
Roma, 11 gen. (Apcom) – “Se ci sia avvia a una riforma fiscale il legislatore deve stabilire cos’è la prima cosa che vuole fare.
Per me la priorità è la famiglia, poi ci sono le aliquote”. Lo ha detto il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, ospite di Porta a Porta. Secondo Casini quello di ridurre le tasse “è un proposito giusto tenendone presente però la compatibilità economica”.
Tuttavia secondo l’ex presidente della Camera si rischia “di parlarne per l’ennesima volta alla vigilia della campagna elettorale”. E ancora “il discorso di trasferire dall’Irpef all’Iva il carico fiscale rischia di fatto di penalizzare il ceto medio proprio sul versante dei consumi. Io ho una preoccupazione enorme del ceto medio che sta scivolando nell’area della povertà”.
“Bisogna stabilire la priorità – ha concluso Casini – le due aliquote sono la priorità? Bisogna ragionarne ma suggerisco: c’è stata la promessa del quoziente familiare. Quindi prima delle due aliquote bisogna partire dal tema del quoziente familiare.
Dobbiamo alleggerire le tasse ma soprattutto per coloro che hanno un carico familiare ampio”.










Lascia un commento