Giustizia: Rao, bene unanimita’ su sedi disagiate

2010-01-20T19:01:00
(ANSA) – ROMA, 20 GEN – ‘Oggi in commissione giustizia si e’ fatto un passo avanti molto importante per risolvere la drammatica scopertura delle sedi disagiate e di questo bisogna dire grazie alla capacita’ di proposta delle opposizioni, al pragmatismo del governo e alla sensibilita’ dei magistrati’. Lo evidenzia il deputato Udc Roberto Rao, esponente della commissione giustizia della Camera.
‘Dopo la manifestazione di sabato scorso dell’Anm – sostiene Rao – a Roma nella quale i giovani magistrati avevano chiesto ascolto alla politica, confermando la loro disponibilita’ a svolgere funzioni anche nelle sedi disagiate, il governo ha deciso di accogliere i suggerimenti dell’opposizione e dei magistrati di fronte all’ormai cronica carenza di organico in tanti cruciali tribunali italiani’.
In queste ore ‘e’ uno straordinario risultato che sia stato approvato all’unanimita’ l’emendamento dell’Udc e quello del Pd (sottoscritto anche dall’Italia dei valori) su cui il sottosegretario Caliendo ha chiesto una ragionevole, e per certi versi anche opportuna riformulazione’.
‘Credo sia importante – sostiene Rao – in una giornata in cui di nuovo si preannunciano conflitti sul tema della giustizia tra governo, opposizioni e magistrati, che ci sia stato spazio per condividere un risultato nell’interesse della buona amministrazione della giustizia. Come avvenuto per la legge sullo stalking, di cui oggi il ministro Alfano rivendica giustamente l’utilita’ dimostrata dai quasi mille arresti, e’ un esempio di corretto e costruttivo confronto parlamentare senza pregiudizi e strumentalizzazioni che ha migliorato una legge e risolto un grave problema’. Oggi, conclude il deputato Udc, ‘il ministro Alfano e l’Associazione Nazionale Magistrati dovrebbero dire grazie al Parlamento’.










Lascia un commento