Regionali: Casini, non andiamo dove è presente la Lega

2010-01-27T10:46:00
Roma, 27 gen. (Apcom) – Pier Ferdinando Casini, ospite di Mattino Cinque, ricorda ancora una volta che l’Udc “ha fatto una scelta: alle regionali non andiamo dove è presente la Lega, e in Piemonte c’è un candidato della Lega”. Per cui, dice, “nessun imbarazzo” a sostenere Mercedes Bresso, “anzi – sostiene – siamo convinti che saremo l’elemento decisivo”.
Nello spiegare poi l’atteggiamento dei centristi in vista delle regionali, Casini spiega che “è stata fatta una gigantesca macchinazione contro l’Udc, perchè si vuole far passare come incoerente. Noi – replica – abbiamo una coerenze cristallina: dal no al federalismo, alla battaglia sulle quote latte, a tutti i temi riguardanti l’immigrazione abbiamo detto che la proposta della Lega porta fuoristrada il governo. E adesso dovremmo concorrere alla vittoria della Lega? Quello si che sarebbe schizofrenia”.
Quando infine viene fatto notare che in Lazio l’alleanza con il centrodestra implica un rapporto con la Lega, Casini replica sostenendo che “L’elettore si orienta benissimo: basti pensare che la Bonino fece una lista a sostegno di Berlusconi in una maggioranza di centrodestra e fu designata alla commissione europea proprio da Berlusconi”.










Lascia un commento