Sanita’: Bianchi, ddl cure palliative non sia contenitore vuoto

2010-01-27T17:59:00
Roma, 27 gen. (Adnkronos) – “Speriamo che questa buona legge non rimanga un contenitore quasi vuoto, senza finanziamenti adeguati. Se una critica costruttiva si deve fare e’ proprio quella che riguarda i finanziamenti, su cui, a nostro parere, non e’ stato fatto uno sforzo adeguato”. Cosi’ Dorina Bianchi, vicepresidente dei senatori Udc, commenta il via libera del Senato al Ddl sulle cure palliative.
“Partendo dal presupposto che non soffrire deve essere un diritto – scrive Bianchi in una nota – l’obiettivo di questa legge e’ quello di offrire al paziente una dignitosa qualita’ della vita: mai come in questi casi la medicina puo’ dimostrare il suo volto umano. E’ limitativo – prosegue – parlare solo di dolore fisico o di terapia farmacologia. Il malato, soprattutto oncologico, manifesta una serie di bisogni fisici, funzionali, psicologici, esistenziali e sociali che vanno riconosciuti e affrontati nella loro complessita’, dove la sofferenza e’ totale e non solo fisica. Tanto che, non a caso, alle terapie farmacologiche e’ associata la possibilita’ di un sostegno psicologico, spirituale e sociale rivolto sia alla persona malata che alla sua famiglia”.










Lascia un commento