Ragazzina romena tenta suicidio: De Poli, non e’ vero Veneto

2010-01-27T18:16:00
(ANSA) – PADOVA 27 GEN – ‘Alla ragazza romena mi sento solo di dire che quello che lei ha conosciuto non e’ il vero Veneto e che i compagni che l’hanno insultata non sono i veri figli della nostra terra’. L’on.Antonio De Poli, segretario regionale dell’Udc veneta e candidato alla presidenza della Regione, commenta cosi’ il tentativo di suicidio di una ragazzina di 13 anni che secondo l’associazione Alleanza Romena si sarebbe gettata dalla finestra per gli insulti e le umiliazioni subite dai compagni di scuola.
‘Alla ragazza romena posso promettere che sempre e con forza come Udc ci batteremo per zittire queste voci – afferma De Poli – Chi semina vento raccoglie tempesta. Non dobbiamo meravigliarci – sottolinea – se ci sono giovani che insultano e discriminano e spingono una coetanea a tentare il suicidio. Il Veneto, regione accogliente e tollerante, negli ultimi tempi ha ascoltato troppe voci fuori dal coro del comune sentire, che chiedono l’allontanamento dei ‘diversi’, l’emarginazione di chi arriva da altri Paesi o ha colori diversi della pelle. Odio che genera odio – sostiene l’esponente Udc – e che rischia di trasformare il Veneto in regione razzista’.
‘Non possiamo pensare – conclude – che questo sia il percorso di una delle regioni italiane che piu’ hanno saputo far crescere il sostegno alla popolazione piu’ debole, che ha fatto dell’accoglienza e della tolleranza una bandiera’. (ANSA).

 










Lascia un commento