Ue: D’Alia, assurda delega in bianco a governo su legge comunitaria

2010-01-28T15:31:00
Roma, 28 gen. (Adnkronos) – “Il nostro voto sulla legge comunitaria e’ stato negativo perche’ la maggioranza ha affidato al governo il potere discrezionale di riscrivere importanti norme e sanzioni penali, tutto cio’ e’ assurdo”. E’ quanto afferma in una nota il presidente dei senatori Udc, Gianpiero D’Alia. “Il governo si e’ fatto dare una delega in bianco -spiega D’Alia- per ‘aggiustare’ norme importanti che se applicate diversamente perche’ mutate, possono incidere pesantemente su innumerevoli processi penali in corso”.
“Stiamo parlando -aggiunge- per esempio di norme che riguardano il traffico illecito di sostanze stupefacenti, il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e le frodi di mezzi di pagamento diversi dai contanti. Questo pastrocchio per recepire una piccola parte della normativa comunitaria in materia e cioe’ quella che depenalizza alcuni reati commessi da persone giuridiche. Inoltre questa legge viola il Trattato di Lisbona, visto che esautora il Parlamento da ogni potere legislativo in materia di adeguamento dell’ordinamento interno a quello comunitario”.
“Pur essendo soddisfatti dell’approvazione della nostra richiesta di stralcio di una norma che avrebbe messo in crisi i processi per mafia e terrorismo, riteniamo che la maggioranza e il governo, sotto il costante ricatto della Lega, abbia dovuto accantonare l’unica norma utile al contrasto dell’immigrazione clandestina e allo sfruttamento del lavoro nero extracomunitario contenuta nella legge comunitaria. Su questo punto -conclude D’Alia- siamo riusciti, stralciandola, solo ad evitare che il Parlamento non si occupasse piu’ di questo problema e attendiamo che la maggioranza affronti assieme a noi in commissione l’esame di questo importante provvedimento”.










Lascia un commento