Mafia: D’Alia, da governo nuovo piano di chiacchiere

2010-01-28T17:08:00
(ANSA) – ROMA, 28 GEN – ‘Leggeremo con attenzione le proposte del governo in materia di contrasto alla criminalita’ organizzata. Se dobbiamo, pero’, valutare l’annuncio alla luce dei fatti e dei comportamenti concreti, piu’ che un piano antimafia mi sembra che abbiano varato l’ennesimo piano della chiacchiera’. E’ quanto dichiara in una nota il presidente dei senatori Udc, Gianpiero D’Alia.
‘Oggi in Senato – continua il capogruppo – il governo, approfittando della legge comunitaria, ha tentato di cambiare le norme che colpiscono l’associazione a delinquere di stampo mafioso diminuendone le pene. Questo tentativo lo abbiamo sventato in extremis’.
Per D’Alia ‘anche sui beni confiscati il governo contraddice se stesso. Nel pacchetto si propone di istituire l’Agenzia nazionale per i beni confiscati (dopo averne disposto in finanziaria la vendita) accogliendo tardivamente una nostra proposta. Vendita che grazie allo scudo fiscale, consentira’ ai mafiosi di ricomprare i beni confiscati. Purtroppo – commenta D’Alia – piu’ che l’Agenzia di gestione dei beni confiscati alla mafia, il governo ha messo su l’Agenzia per la gestione dei beni da rivendere alla mafia’.
‘Infine – conclude – abbiamo chiesto in ufficio di presidenza Antimafia l’acquisizione di questo famoso piano visto che il ministro dell’Interno si rifiuta, per la terza volta consecutiva, di venire in commissione a completare la sua audizione sulla lotta alla mafia’. (ANSA).

 










Lascia un commento