Aborto, Ru486: Vietti, Gasparri fa prediche da inquisitore

2010-02-04T19:30:00
(ANSA) – TORINO, 4 FEB – Dall’Udc, in Piemonte schierata insieme al centrosinistra della presidente uscente Mercedes Bresso per le regionali di marzo, arriva una difesa della giunta regionale piemontese sulla vicenda della pillola abortiva. ‘Siamo francamente stufi – afferma il segretario dell’Udc piemontese Michele Vietti – di ricevere le prediche del senatore Gasparri, che non perde occasione per indossare, non si sa a che titolo, i panni del grande inquisitore’.
‘Anzitutto – aggiunge – lo pregheremmo di destinare un po’ del suo moralismo alla sistematica violazione del principio di solidarieta’ che viene praticata dai suoi alleati leghisti e comunque, evangelicamente, di guardare la trave nell’occhio di chi nel suo campo ha dato ripetute occasioni di scandalo’.
‘Quanto alla Ru486 in Piemonte – rimarca – il fatto che Gasparri usa per polemizzare con l’Udc non esiste. La presidente Bresso ha chiarito in modo inequivoco che la Regione Piemonte ha rispettato e rispettera’ la legge e anche la direttiva sull’uso della Ru486′.
‘Approfittiamo dell’occasione – conclude – per ricordare al senatore Gasparri che la sperimentazione di questa pillola fu avviata dalla giunta regionale precedente, presieduta da un suo collega di partito’. (ANSA).










Lascia un commento