Fisco: Buttiglione a Bonino su quoziente familiare

2010-02-09T16:32:00
(AGI) – Roma, 9 feb. – “La Bonino non e’ contro il quoziente familiare, e’ contro la famiglia. Noi invece siamo per la famiglia”. Lo dice il presidente dell’Udc, Rocco Buttiglione, (AGI) Sul quoziente familiare, tecnicamente, si puo’ anche discutere. E’ il sistema usato dalla Francia per dare giustizia fiscale alle famiglie. Ce ne sono altri altrettanto efficaci o anche piu’ efficaci (detrazioni fiscali piu’ assegni familiari, come in Germania). In ogni caso, la Costituzione dice che i cittadini sono tenuti a partecipare alla spesa dello Stato secondo la loro capacita’. E’ evidente che, a parita’ di reddito, chi deve mantenere una famiglia ha una capacita’ contributiva molto inferiore a quello di chi non ha una famiglia da mantenere. E’ ingiusto ed incostituzionale che paghino praticamente le stesse tasse. I soldi che servono a far mangiare i figli non dovrebbero essere tassati. Di questo alla Bonino non importa nulla. La domanda di piu’ servizi sociali non puo’ essere messo in alternativa con quella di giustizia fiscale per le famiglie. Le donne hanno diritto ad ambedue le cose: asili nido per i bambini e giustizia fiscale. Non si puo’ nemmeno accettare l’idea che una donna che rinuncia a fare carriera per badare ai suoi figli sia una cittadina di seconda categoria da stigmatizzare e penalizzare socialmente. Il lavoro educativo dei genitori nella famiglia (e in particolare della madre) ha un elevato valore sociale e civile, che deve essere riconosciuto”.

 

 










Lascia un commento