La7, par condicio: Libe’, niente pluralismo a ‘L’Infedele’

2010-02-15T19:57:00
(DIRE) Roma, 15 feb. – “E’ molto grave che nel primo periodo di applicazione della par condicio una trasmissione di punta del palinsesto di La7 vada in onda non tenendo in alcun conto il pluralismo”. Lo dice Mauro Libe’, membro della direzione nazionale dell’Udc.
Questa sera, infatti, ha proseguito il deputato centrista, “saranno ospiti politici de ‘L’Infedele’ Antonio D’Ali’ e Mario Baldassari, senatori del Pdl, Luigi Zanda, senatore del Pd, Renato Soru, ex Governatore della Sardegna per il Pd, e Stefania Pezzopane, presidente della provincia de L’Aquila sempre per il Pd. Ovviamente, sarebbe stato possibile far partecipare anche le altre forze politiche evitando di invitare due o piu’ rappresentanti dello stesso partito. Questa volonta’ non c’e’ stata e si e’ realizzato in uno studio televisivo quel bipartitismo che gli elettori hanno bocciato nelle urne”.
Peraltro, osserva Libe’, “su un tema qual e’ quello della protezione civile che interessa quanto mai tutti gli italiani.
Spiace che tutto cio’ sia avvenuto nella trasmissione di Gad Lerner, un giornalista sempre attento al rispetto del pluralismo e dei diritti di tutte le forze politiche”.










Lascia un commento