Sanremo: De Poli a Zaia, i veneti non sono i Sioux

2010-02-17T19:02:00
(ANSA) – VENEZIA, 17 FEB – ‘Per Zaia i Veneti una povera razza in via di estinzione. Da tutelare nelle riserve come i Sioux’: e’ il commento di l’on.Antonio De Poli, candidato governatore Udc alla Regione Veneto, rispetto all’idea di ‘quote obbligatorie venete’ al Festival di Sanremo.
‘Questa idea della ‘par condicio dei dialetti’ e’ addirittura offensiva per gli artisti della nostra regione. I nostri cantanti che ambiscono di esibirsi a Sanremo non vogliono arrivarci perche’ il ministro dell’Agricoltura chiede per loro uno spazio grande come una riserva indiana. Vogliono arrivarci grazie alla loro bravura e alla loro canzone, che cantino in veneto o in italiano’.
‘Se vuol dar una mano agli artisti, anche a quelli di casa nostra, Zaia piuttosto vigili sulle spartizioni – conclude De Poli – e sul sistema di raccomandazioni che forse e’ il vero ostacolo ai piu’ bravi’.










Lascia un commento