Rai: Casini, rispetti la par condicio, in particolare il Tg1

2010-02-20T16:59:00
(ASCA) – Venezia, 20 feb – La Rai e in particolare il Tg1 rispettino la par condicio. Lo ha chiesto Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc, intervenendo a Mestre.
‘In questi giorni c’e’ una statistica che dimostra che l’onorevole Brunetta (candidato del centrodestra a sindaco di Venezia,ndr) ha surclassato Orsoni (candidato sindaco del centrosinistra, ndr) con una classifica che mi sembra sia 1600 a 3 – ha spiegato Casini soffermandosi sull’esposizione televisiva dei due candidati -. Io credo che questo problema non possiamo sottovalutarlo. L’on. De Poli e l’on. Zaia – ha continuato Casini, per quanto riguarda invece due dei candidati alla presidenza della Regione Veneto – sono su due pianeti diversi perche’ saranno 10 mila a uno. Noi chiediamo alle autorta’ di vigilanza di non chiudersi gli occhi. Ma facciamo appello anche alla responsabilita’ dei direttori dei telegiornali, pubblici e privati, anche a Minzolini, perche’ dato che Minzolini e’ una persona per bene, che ha le sue idee, che magari non sono le nostre, non puo’ far finta di non vedere che tutte le sere nei pastoni politici dei telegiornali ci sono Zaia, Cota, tutti i candidati del Centrodestra. Sono sicuro che Minzolini mi ascoltera’, perche’ non ha interesse nemmeno lui a dimostrare che il principale organo d’informazione della Rai ha una visione cosi’ distorta della competizione’.
Secondo Casini, ‘Berlusconi, il re della competizione, dovrebbe avere il culto del mercato. E se ha il culto del mercato garantisca la parita’ di condizione per chi compete’.










Lascia un commento