India: Buttiglione, fermiamo le persecuzioni anticristiane

2010-02-22T16:35:00
(ANSA) – ROMA, 22 FEB – ‘Sono terribili le notizie che arrivano dall’Iraq e dall’India in merito a cristiani perseguitati per la loro fede religiosa. La liberta’ di religione e’ un diritto umano fondamentale’: lo afferma il presidente dell’Udc, Rocco Buttiglione.
‘Chiediamo al governo italiano e alla comunita’ internazionale – prosegue – di intervenire con grande energia contro l’ondata di omicidi mirati di cristiani che sta avendo luogo in Iraq, con l’evidente scopo di cacciare l’antica comunita’ cristiana dal Paese e in particolare dalle zone centro-settentrionali, come Mosul. Il governo iracheno deve fare di tutto per fermare queste violazioni gravissime dei diritti umani che sono in diretta e flagrante contraddizione con le ragioni stesse della sua esistenza e anche del sostegno che gli viene dalle nazioni occidentali. Allo stesso modo e’ preoccupante l’escalation di tensione e di violenza contro i cristiani che si registra negli ultimi anni in alcuni stati dell’India. Il caso delle provocazioni blasfeme in Punjab e degli scontri che stanno seguendo, con apparente disparita’ di trattamento anche da parte delle forze dell’ordine, non possono lasciare indifferenti. Anche dal governo indiano – continua Buttiglione – ci aspettiamo una pronta reazione’.
‘Chiediamo al ministro Frattini di intervenire presso i suoi colleghi per assicurare un’azione decisa ed efficace rispetto alle situazioni in Iraq e India. E chiediamo a Lady Ashton di mostrare se esista una politica estera europea e un ministro degli Esteri dell’Unione Europea – conclude – assumendo una ferma posizione su questi eventi drammatici’.










Lascia un commento