Regionali: Occhiuto, non sia candidabile chi chiede voti a mafie

2010-02-22T09:07:00

Roma, 22 feb. (Adnkronos) – ‘Liste pulite e lotta alla corruzione significa, specie in certe parti del Paese, regole politiche nuove per eliminare ogni complicita’ tra istituzioni ed organizzazioni criminali’. Lo dichiara il deputato Udc Roberto Occhiuto, firmatario della proposta di legge all’ordine del giorno della Camera in questa settimana sul divieto di propaganda elettorale per i sorvegliati speciali di mafia.
‘La proposta che abbiamo firmato insieme a parlamentari di tutti i gruppi -spiega Occhiuto- prevede la decadenza e l’incandidabilita’ per i politici che richiedano voti alla criminalita’ organizzata. Sarebbe singolare se si proponessero domani misure da adottare per contrastare la corruzione e non si approvasse oggi una proposta, gia’ licenziata dalla commissione giustizia, che va nella stessa direzione. L’auspicio e’ che su questi temi -dice il deputato centrista- si trovi un accordo trasversale: non tanto sulle dichiarazioni d’intenti, quanto piuttosto attraverso atti legislativi concreti’.










Lascia un commento